FISCO ONLINE – CASSETTO FISCALE


COS’E’:
Questo servizio telematico permette ai contribuenti di consultare, in tutta sicurezza, le proprie informazioni fiscali. 
I cittadini attraverso il 'cassetto fiscale' possono interrogare l’anagrafe tributaria chiedendo informazioni su:

  • dichiarazioni presentate; 
  • rimborsi di imposte dirette; 
  • versamenti (Modello F24 e F23); 
  • dati patrimoniali (atti del registro); 
  • codice fiscale, dati anagrafici e residenza; 
  • denominazione, partita Iva, domicilio fiscale, sede legale e descrizione dell’attività di una ditta individuale. 

Il servizio può essere utilizzato anche dagli intermediari che oltre ad interrogare i propri dati anagrafici e reddituali potranno consultare anche le informazioni riguardanti i propri clienti, previo conferimento di idonea delega da parte di questi ultimi (Circolare n. 32/E del 22/07/2004)


ESTENSIONE DEL CASSETTO FISCALE:
Il “Cassetto fiscale” è diventato accessibile anche da tutti gli utenti del servizio telematico Entratel per interrogare i propri dati anagrafici e reddituali.

Ciascun utente troverà, nell’area relativa ai servizi del sito web di Entratel, un messaggio personalizzato, che contiene la regola per costruire il “codice personale” di accesso, a partire dal PINCODE presente nella sezione 3 della busta di abilitazione.

I soggetti abilitati (di cui all’art 3, comma 3, del DPR n. 322/98) sono in grado di consultare anche i dati relativi ai clienti di cui curano la posizione fiscale.
Con riferimento a quest’ultima opzione, le condizioni indispensabili per l’accesso al servizio da parte degli intermediari sono:

a) sottoscrizione delle condizioni generali di adesione e della relativa richiesta (entrambe disponibili nella pagina web del “Cassetto fiscale”, raggiungibile dal menù “Altri servizi” dell’area relativa ai servizi del sito Entratel); 

b) presentazione delle stesse presso un qualsiasi Ufficio dell’Agenzia delle Entrate della Regione in cui l’intermediario ha stabilito il proprio domicilio fiscale;

c) presentazione, (anche per posta, fax o e-mail) presso l’Ufficio di cui sopra, delle deleghe conferite dai clienti all’intermediario, ciascuna accompagnata dalla fotocopia di un documento di riconoscimento valido del delegante: esse hanno validità temporale limitata (due anni dalla sottoscrizione), possono essere revocate in qualsiasi momento con le stesse modalità e non possono essere conferite contemporaneamente ad altro intermediario. 

Il soggetto abilitato riceve dall’Ufficio una busta chiusa contenente un “codice segreto”, necessario per accedere ai dati dei clienti deleganti: esso può essere utilizzato soltanto previa acquisizione della prima delega presso il sistema informativo dell’Agenzia delle Entrate. 
Tale codice non è “in chiaro”, ma si ricava a partire dal PINCODE presente nella sezione 3 della busta consegnata dall’Agenzia delle Entrate all’atto dell’abilitazione al servizio Entratel.

E’ utile precisare che ciascun intermediario può visualizzare soltanto i dati relativi ai soggetti che lo hanno formalmente delegato.
Si fa presente che gli altri utenti del servizio telematico Entratel, diversi dagli intermediari di cui all’art 3, comma 3, del Decreto del Presidente della Repubblica 22 luglio 1998, n. 322, già abilitati al servizio medesimo, non devono richiedere alcuna ulteriore autorizzazione per consultare i propri dati.